top of page
  • Koinè Journal

6. Promuovere la centralità dei CONSULTORI anche con i fondi del PNRR


di Dorotea Vitali


Altro punto chiave del progetto del progetto FREE riguarda sicuramente il ruolo dei consultori. Questi ultimi infatti rivestono una funzione essenziale nel garantire l'applicabilità del diritto all'aborto nel nostro paese. Le tecniche più innovative e meno intrusive che oggi esistono, come l'uso della RU-486, comunemente chiamata pillola abortiva, vengono per lo più utilizzate all'interno delle strutture consultoriali, se presenti sul territorio locale.


I consultori nascono nel 1975 con lo scopo di assicurare assistenza psicologica e sociale nella società in cui vengono inseriti, questi sono stati inoltre pensati soprattutto come forme di sostegno giovanile nella divulgazione di informazioni riguardanti l'educazione sessuale. Strutture di questo tipo, in Italia, soffrono di un grave deficit, esse risultano essere numericamente inferiori rispetto ai bisogni della popolazione, nonostante l'elevata richiesta da parte degli utenti. Per questi motivi, attraverso il progetto FREE, chiediamo che i 2 miliardi di euro derivanti dal PNRR vadano ad integrare i consultori, inserendoli all'interno delle "Case di Comunità", a cui questi fondi sono destinati. Proponiamo quindi che le attività consultoriali divengano servizi obbligatori previsti nelle Case di Comunità, ad oggi invece solamente indicati come facoltativi nella tabella 4 dell'allegato "Modelli e standard per lo Sviluppo dell'Assistenza Territoriale nel SSN".


In questo modo, poichè le Case di Comunità saranno diffuse capillarmente sul territorio e prevederanno la presenza di ginecologi, infermieri e psicologi, si potrebbe riuscire a potenziare il sistema dei consultori e a ridurre le carenze sul fronte del personale, dei fondi e degli strumenti, tali per cui, moltissimi giovani non trovano facile accesso alle informazioni di cui avrebbero bisogno, basti pensare che solo il 6% delle ragazze under 19 accede a queste strutture.


Investimenti di questo tipo oltre a garantire un servizio sociale che a gran voce ragazze e ragazzi chiedono, si pongono alla base del principio di sussidiarietà tale per cui lo svolgimento di funzioni pubbliche deve essere svolto al livello più vicino ai cittadini. I fondi ci sono, per una volta usiamo per qualcosa che ha un valore. Un vero valore.


È ora di rendere i consultori un luogo aperto a tutti, dove poter trovare quelle risposte che si cercano nei momenti di difficoltà o di transizione, non possono più essere luogo di silenzio o peggio derisione. Basta.


Free è libertà. Libertà di scegliere.

9 views0 comments
bottom of page